Cerca nel blog

Menù

lunedì 16 gennaio 2017

[Storia del calcio islandese]: Le grandi sfide europee dei club islandesi: Gli anni '90

Penultima tappa del nostro viaggio nella storia dei big match  europei dei club islandesi. L’ultimo decennio del XX secolo è un momento di grandi mutamenti nel calcio europeo; è in questa decade, infatti, che il format delle coppe europee viene modificato dopo quasi mezzo secolo, portando all’introduzione dei turni preliminari per l’accesso alla fase finale delle competizione. Questa trasformazione implica che i piccoli club, come quelli islandesi, siano costretti ad affrontare diverse partite prima di poter accedere ai grandi scontri con le big del continente le quali, al contrario, ricevono la qualificazione diretta. Nonostante questa risistemazione, si possono annoverare alcune grandi sfide per i club islandesi.

venerdì 13 gennaio 2017

Intervista a Jákup á Borg: a tu per tu con una leggenda del calcio faroese!

Jákup á Borg è nato a Tórshavn, capitale dell'arcipelago faroese, il 26 ottobre del 1979. Nel '98 ha fatto il suo debutto con la Nazionale, in un match contro la Bosnia, collezionando 62 presenze con due reti all'attivo, segnate contro Kazakhstan e Malta. Nel corso della sua carriera, a livello di club, ha giocato per B36 Tórshavn, HB Tórshavn e OB Odense. E' considerato una leggenda vivente del calcio faroese, e il nostro blog ha deciso di contattarlo. Di seguito, vi proponiamo la nostra breve chiacchierata: buona lettura!
Foto di una leggenda del calcio... e di Zinedine Zidane (dal profilo FB di Jákup á Borg).

giovedì 12 gennaio 2017

Torneo di Reykjavik, Coppa delle Regioni del Nord e Fotbolti.net Cup: il pallone riprende a rotolare!

Freddo, vento e cavalloni stanno sferzando l'Islanda (provocando anche la morte di un'imprudente turista), ma ciò non impedisce al pallone di rotolare nei "confortevoli" capannoni con cui la KSI ha disseminato l'isola.

Visuale interna di Egilshöll, dove si disputano buona parte delle partite del Torneo di Reykjavik e tante amichevoli invernali. Si trova nella periferia nord est di Reykjavik (soccerway.mobi)

Aprono le danze due tornei regionali: il Torneo di Reykjavik e la Coppa delle regioni del Nord. Sono manifestazioni non ufficiali che le società organizzano per muovere i primi passi verso la nuova stagione. Le squadre in campo non hanno niente a che vedere con quelle che affronteranno il campionato: i pochi titolari sono affiancati da ciurme di quindicenni o ex calciatori recuperati per l'occasione. A noi che che siamo in astinenza di calcio islandese da inizio ottobre va più che bene.

mercoledì 11 gennaio 2017

L'Islanda fa l'Islanda e stende la Cina di Marcello Lippi

I ragazzi di Heimir Hallgrímsson si regalano la finale della China Cup con una prestazione di spessore in un contesto sì amichevole, ma di grande agonismo. La Cina non è fra le potenze del calcio, ma lo vuole diventare. Basta guardare chi siede in panchina: Marcello Lippi.

Marcello Lippi allena la Cina da poco più di tre mesi. Ha esordito nelle qualificazioni mondiali con uno scialbo 0-0 contro il Qatar. Per portare la Cina a livelli accettabili c'è tanto lavoro da fare (fostergerm.com)

L'Islanda invece vuole confermarsi fra le nuove potenze e lo fa con il suo stile. Questa la formazione schierata per il match:

giovedì 5 gennaio 2017

Nazionale islandese: convocazioni per la China Cup e news di mercato

Tre giorni fa coach Heimir Hallgrimsson ha diramato le convocazioni per il torneo amichevole China Cup. Si disputerà a Nanning, città da quasi sette milioni di abitanti nell'estremo sud della Cina, non lontano dal confine col Vietnam.

L'Islanda avrà l'onore di aprire le danze con i padroni di casa cinesi il 10 gennaio. L'11 gennaio si sfideranno Cile e Croazia. Il 14 ci sarà la finalina per il terzo posto fra le due perdenti, il 15 gennaio la finale fra le due vincenti.

Visuale di Nanning (airlines-airport.com)

Il torneo è organizzato dalla Federcalcio Cinese, in collaborazione con Wanda Group. Niente a che vedere con la prosperosa compagna di Icardi, Wanda Group è un colosso cinese da 40 miliardi dollari di fatturato attivo in campo alberghiero, immobiliare e anche sportivo (possiede quote di diversi club europei). La Cina sta investendo forte sul calcio e il miglioramento passa anche da queste amichevoli con nazionali prestigiose per rendere più competitiva una squadra, quella del celeste impero, che di soddisfazioni ne regala ben poche.

martedì 3 gennaio 2017

Interview with Jákup á Borg: the living legend of Faroese football

Jákup á Borg was born in Tórshavn, on 26 October 1979. He made his international debut for the Faroe Islands national team in 1998 against Bosnia, and he collected 62 caps, scoring 2 goals. He played for three teams in his career: B36 Tórshavn, HB Tórshavn and OB Odense. He is a living legend of the Faroese football, and our blog contacted him for a short interview. Here it is:

Jákup á Borg and Zinedine Zidane (Jákup's Facebook profile)

venerdì 23 dicembre 2016

Dalle candele ai Piparnøtur: il lunghissimo e bellissimo Natale di islandesi e faroesi.

Quello natalizio, si sa, è un periodo in cui l'atmosfera diventa quasi magica, indipendentemente dai significati religiosi che gli possono essere attribuiti. Si può credere o anche non credere, ma è innegabile che durante il mese di dicembre si respiri un'aria decisamente festosa. E uno dei posti dove il Natale assume tratti decisamente caratteristici è proprio il nostro amato Nord Europa, che col suo freddo pungente e il buio illuminato da luci e candele è un'ambientazione perfetta per una festa che nell'immaginario comune è sempre abbellita dalla neve. A dire il vero, la neve quest'anno soprattutto alle Fær Øer sta latitando, ma questo non ha impedito ai nostri amici faroesi di festeggiare lo stesso.
Una foto caratteristica della piazza centrale di Tórshavn con le decorazioni Natale