Cerca nel blog

Menù

sabato 17 maggio 2014

Úrvalsdeild, 3ª giornata: l'FH passa al KR-völlur, ma la classifica è capovolta! Coppa nazionale, cadono alcune di 1. deild

Chiunque avrebbe scommesso su un qualcosa del genere, alzi pure la mano, scriva qualcosa, si faccia notare. Probabilmente, questo appello cadrà nel vuoto, perché quelli che avrebbero potuto prevedere un avvio così in Islanda o sono dei maghi o persone la cui fantasia è talmente spiccata da finire per prevedere situazioni impensabili. Chi avrebbe previsto il Keflavík come capolista solitario dopo tre giornate? O chi avrebbe previsto il KR campione in carica fare appena tre punti in altrettante partite? O, ancora, chi avrebbe previsto il Breiðablik e il Þór Akureyri occupare gli ultimi due posti in graduatoria, totalizzando un punto in sei partite (messi assieme)? "Nessuno" è la risposta a tutte e tre le domande. Eppure, la realtà, per quanto surreale, è  proprio questa.
Kristján Gauti Em­ils­son e Ferid Zato ripresi in un'istantanea di KR-FH, vinta per 1-0 dagli ospiti grazie alla rete proprio del biondo in maglia blu. Da notare la presenza del sole nonostante la partita sia iniziata alle 20.30 locali: anche se in Islanda il sole di mezzanotte NON si verifica, il tramonto fino al 21 giugno cade sempre più tardi. (foto presa mbl.is)
Se però il Keflavík è clamorosamente da solo in vetta, lo si deve anche al rallentamento del Fjölnir, che nell'anticipo si fa fermare in casa sull'1-1 da un vivacissimo Valur. Una partita molto divertente, a cui però il risultato non stava rendendo il giusto onore. E quindi, quando gli ospiti al 78° vanno in vantaggio con Kolbeinn Kárason che era entrato appena tre minuti prima in luogo di Lucas Ohlander (promettente svedese classe '93), lo stupore è d'obbligo, visto come stava andando a finire la partita. Ma la gioia degli uomini di Magnús Gylfason dura poco e niente, perché sei minuti dopo Einar Karl Ingvarsson rimette le cose a posto con la sua prima rete stagionale. 


Il giorno dopo qualcosa comincia a muoversi, ma stavolta è dal basso della classifica. Prima di oggi, infatti, il Fylkir occupava l'ultima posizione insieme al Þór Akureyri, rivivendo l'incubo dell'inizio shock della stagione scorsa, che a lungo le fece essere il primo indiziato per la retrocessione. Forse quest'anno dalle parti di Árbær (il quartiere di Reykjavík rappresentato dal Fylkir) avranno capito che non era il caso di protrarre così a lungo la sofferenza, e quindi si sono decisi a ricominciare a vincere stupendo. Sì, perché il campo dell'ÍBV Vestmannaeyjar è di quelli insidiosi, dove può sempre succedere di tutto. Non stavolta, però. Se infatti la squadra di casa è brava a portarsi subito in avanti con Jonathan Ricardo Glenn, centrocampista made in Trinidad and Tobago, non lo è altrettanto a mantenere il risultato, che infatti poi perde facendosi rimontare e chiudendo il match per 1-3. Il Fylkir quindi per ora si allontana dalla zona rossa, mentre la squadra isolana ci galleggia sopra che è una bellezza, appena salvata dalla miglior differenza reti. Zona rossa nella quale sembra trovarsi stranamente bene il Þór Akureyri, che visto che sul campo del Fram non riusciva a perdere da solo decide di regalare agli avversari un bel rigore al 65°, condendolo dieci minuti dopo anche con la superiorità numerica: 1-0 e Akureyri in 10 a fine partita. La squadra c'è ed è buona, tant'è vero che ad inizio stagione in coppa di lega è andata a meraviglia. Cosa le succeda in campionato resta un mistero.

Anche lo Stjarnan contribuisce al sogno del Keflavík, facendosi fermare sullo 0-0 da un insipido Víkingur Reykjavík. In tutta la partita non si segnala nessuna occasione degna di nota, e qualcuno si sta ancora chiedendo se la partita sia stata effettivamente giocata o se si tratta di uno 0-0 a tavolino. Ma, volendo dare onore al merito, se il Keflavík è lassù il merito è suo, e l'ha confermato con un sontuoso secondo tempo, durante il quale ha avuto la meglio su un Breiðablik che è uno dei due flop di quest'avvio di campionato, pur avendo tutto il tempo di riprendersi e rispettare le aspettative. L'artefice di questa bella vittoria, però, è Elías Már Ómarsson, che ha saputo colpire i biancoverdi al 62°, rompendo gli equilibrio, e all'82°, spegnendo le loro speranze di rimonta. 

La chiusura, infine, non poteva che essere per la madre di tutte le partite in Islanda: KR Reykjavík - FH Hafnarfjörður. In realtà, non ha regalato le grandi emozioni cui ci ha abituati questa sfida, tant'è vero che è finita 0-1 con gol di Emilsson, come avete letto nella didascalia alla foto. La vera notizia però è la falsa partenza del KR, addirittura ottavo. L'inizio, però, gioca anche questi scherzi. Chissà quanto durerà tutto questo...

Contestualmente, si è giocato anche il secondo turno della coppa nazionale, dove quasi tutte le squadre di 1. deild sono passate, tranne qualcuno incredibilmente eliminata. In fondo, dopo i risultati e la classifica della terza giornata di campionato, troverete anche i risultati della coppa.

3ª giornata
Fjölnir - Valur 1-1
Fram - Þór Akureyri 1-0
ÍBV Vestmannaeyjar - Fylkir 1-3
Keflavík Breiðablik 2-0
Stjarnan - Víkingur Reykjavík 0-0
KR Reykjavík - FH Hafnarfjörður 0-1

4ª giornata
FH Hafnarfjörður - ÍBV Vestmannaeyjar
Þór Akureyri - Stjarnan
Breiðablik - Fjölnir 
Keflavík - KR Reykjavík
Víkingur Reykjavík - Fylkir
Valur - Fram

Classifica
Keflavík 9 punti;
Fjölnir, FH Hafnarfjörður, Stjarnan 7 punti;
Fram, Valur, Víkingur Reykjavík 4 punti;
KR Reykjavík, Fylkir 3 punti;
ÍBV Vestmannaeyjar, Breiðablik 1 punto;
Þór Akureyri 0 punti.

Coppa d'Islanda, 2° turno

13 maggio
Kári - KV Vesturbæjar 0-4
Berserkir - BÍ/Bolungarvík 2-8
Hamar - KFR 1-0
Leiknir Fáskrúdsfjördur Fjarðabyggð 1-4
Þróttur - KFS 5-0
KH Hlídarendi - Selfoss 1-3
Sindri - Huginn 4-3
Vængir Júpiters - Augnablik 0-3
Elliði - Haukar 0-2
KA Akureyri - Magni 7-0
Grindavík - ÍA Akranes 4-1
Skínandi - Víðir 0-4
Ægir - Afturelding 0-4
Leiknir Reykjavík - ÍR Reykjavík 1-3
Þróttur Vogar - KFG 3-4
Fjallabyggðar - Völsungur 2-0
Víkingur Ólafsvík - HK Kópavogur 0-2

14 maggio
Tindastóll - Dalvík/Reynir 1-2
Grundarfjörður - Njarðvík 2-6
ÍH - Ármann 1-0

12 commenti:

  1. Ciao Francesco, concordo che questi primi risultati erano imprevedibili, pero' ribadisco se le prime tre giornate hanno visto gli scontri diretti delle tre favorite, direi che anche la posizione pessima del Breidablik e' destinata a migliorare in fretta. Certo pero' e' che perdere per il KR contro il Valur e per il Breidablik contro gli aeroportuali, e' un passo falso molto pesante nei confronti dell'FH. Comunque hai visto che le neopromosse non hanno nessuna intenzione di tornare in 1.deild. Pronostico che stasera vedremo l'FH in vetta.... e visto che non ne sto azzeccando una...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente, ora sto vedendo la quinta giornata, e stento a credere ad alcuni risultati. Ormai il campionato islandese è diventato completamente imprevedibile: non ci sarebbe da stupirsi se alla fine il campionato lo vincesse addirittura una che non sia né KR, né FH, né Breidablik. Per come si stanno mettendo le cose, una di quelle sorprese destinate a rimanere nella storia del calcio islandese. Spero solo che questo non sia da intendersi come un brutto segnale per l'Europa...

      Elimina
  2. Concordo pienamente sul pronostico circa l'FH in vetta stasera: squadra troppo superiore, più compatta e fisica, non vedo chi possa impensierirlo nella corsa al titolo. Manca solo una grande individualità (anche se Kassim Doumbia mi ricorda molto Serigne Kara al Tromso), mentre vedo Emilsson ancora troppo acerbo, nonostante l'ottimo inizio.
    Vedere il mio Breidablik così in basso onestamente mi sorprende: la squadra c'è, come al solito è giovane, anche se manca secondo me qualcosa in avanti: Adalsteinsson è una buona riserva, ripongo buone speranze su Arni Viljhalmsson e a centrocampo su Gardarsson, mi sembra però che non ci sia stato un sufficiente ricambio dopo la "generazione d'oro" di qualche anno fa.
    Due squadre che secondo me vedremo il prossimo anno in 1.deild: Fram e Fylkir, mentre mi dispiacerebbe se ci dovesse finire l'IBV. Rivorrei invece in Pepsideild KA (per un bel derby di Akureyri) e Akranes.
    Sono convinto infine che stasera Keflavik e KR ci regaleranno un grande spettacolo, non saprei davvero su chi puntare!
    Complimentissimi per il blog comunque, ti seguo costantemente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio moltissimo per i complimenti e mi fa piacere soprattutto che il calcio islandese abbia sempre più seguaci. Per quanto riguarda il Breidablik, avendo seguito il mio blog saprai sicuramente quanto bene considerassi i biancoverdi, tanto da inserirli tra i favoriti al titolo. Ma non sono deluso solo da loro, perché la lista dei flop di queste prime giornate è lunga. Comunque, per quello che io penso, il Breidablik è il classico caso di "eterna incompiuta": sempre un'ottima squadra, a cui manca quel quid per diventare eccellente. E quel quid io ritengo che sia l'esperienza.

      Elimina
  3. ciao francesco, volevo sapere quando e' prevista la pubblicazione delle giornate successive? se si parla di sorprese nel massimo campionato figuriamoci in serie cadetta. basta pensare al suicidio dell'akranes che sopra 2 a 0 seppur contro una squadra retrocessa, non e' riuscita a mettere in cascina neanche 1 punto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Guarda, hai perfettamente ragione. Però questo per me è un periodo un po' particolare e quindi non sto riuscendo ad aggiornare in tempo il blog. Entro stasera comunque prevedo l'articolo sulla seconda e la terza giornata di 1. deild, mentre nei prossimi giorni scriverò anche gli altri articoli sulla quarta e quinta giornata di massima serie e sulla nona e la decima dell'Effodeildin faroese. Scusate davvero per il ritardo, mi farò perdonare nelle prossime settimane!

      Elimina
  4. Allegria! Finalmente sei tornato Francesco!! Anelavamo il tuo ritorno al calcio nordico!!! Eh, ma ti capisco, diventa difficile ritagliare del tempo per Islanda e Faer Oer quando hai troppe donne per le mani..... ed a proposito ti chiedo, ma non si puo' ogni tanto disquisire sulla prima serie femminile d'Islanda, dove le ragazze dello Stjarnan, dopo il dominio totale dello scorso anno, hanno iniziato zoppicando?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahaah ciao Alby! Ma quali ragazze... Fine maggio è sempre uguale ad emergenza compiti!!! Comunque, sarò sincero, dovendo seguire già tre campionati, due nazionali e altrettante coppe nazionali, con annessi movimenti di mercato, mi diventa impossibile seguire anche il calcio femminile, perché poi a quel punto dovrei seguire anche quello degli under-21 e così via... Gli darò uno sguardo, e magari pubblicherò qualcosa di tanto, magari un resoconto mensile...

      Elimina
    2. Squalo putrefatto3 giugno 2014 16:13

      Io non seguo la kvenna... non mi fido di qualcuno che sanguina per 5 giorni e poi non muore...

      Elimina
    3. Guarda Squalo, il calcio femminile in Islanda è di un buon livello, e per certi versi ottiene anche risultati leggermente migliori di quello maschile... Però, ripeto, non posso occuparmene sistematicamente per questioni di tempo

      Elimina
  5. Eh no, Francesco, cosi' non va, ormai tu devi dedicare anima e cuore solo ed esclusivamente al calcio Islandese e Faroese, ti devi immolare per il grande calcio del nord, devi essere il Pietro Micca a difesa della Pepsideild, ogni sacrificio che farai ti sara' di consolazione e noi ti renderemo onore imperituro!! Alla daga!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahah Alby, stai tranquillo. Ora che è arrivata l'estate potrò dedicarmi al meglio al "grande calcio del nord". Anzi, tieniti pronto che a luglio arrivano i piatti forti!

      Elimina