Cerca nel blog

Menù

martedì 5 settembre 2017

Inkasso-deildin, 19° giornata: il Keflavik decolla verso la promozione, il Faskrudsfjordur naviga verso il baratro

La diciannovesima giornata è stata ricca di goal (ben 25, più di 4 a partita), emozioni (5 rigori, di cui due sbagliati) ed errori arbitrali clamorosi che, fortunatamente, hanno inciso poco sui risultati. Vincono tutte le prime cinque in classifica e iniziano a delinearsi le prime due sentenze: il Keflavik stravince la partita più impegnativa che gli restava da qui alla fine del campionato e ora la strada verso la Pepsideild è in discesa, mentre dopo l'ennesima sconfitta solo la differenza reti non ha ancora sancito la retrocessione del Leiknir Fáskrúðsfjörður.

Lo stadio dell'Haukar, nella periferia di Hafnarfjörður, non ha ancora visto una sconfitta della propria squadra (extremefootballtourism.blogspot.it)

Dà spettacolo l'Haukar, che si accinge a chiudere il campionato imbattuto fra le mura amiche. Le aquile di Hafnarfjörður si mangiano le mani per una prima parte di stagione poco esaltante che ha compromesso le aspirazioni di promozione. Mantenendo questa rosa, saranno fra i principali candidati per l'anno prossimo. Cerchio rosso sul 7 settembre, sarà il giorno di Fylkir - Throttur: con una vittoria gli arancioni sono quasi in Pepsideild, la sconfitta spianerebbe la strada al Throttur visto il seguente impegno del Fylkir nella tana dell'Haukar.

Cosa ha detto il campo?

Ad Akureyri è il solito pazzo Thor, questa volta in versione Mr.Hyde. E' il big match della giornata, i biancorossi con una vittoria possono ancora sperare in una promozione clamorosa e infatti la prima mezzora è di assoluto equilibrio. Al 32' l'episodio che spacca la partita: bella incursione del solito Jeppe Hansen, passaggio al connazionale Rise che, svirgolando la palla, mette il giovane Adam Árni Róbertsson davanti al portiere.

Nel giro di otto minuti il Keflavik chiude partita e, probabilmente, il campionato con Jeppe Hansen assoluto protagonista: trasforma il rigore del 2-0, serve l'assist del terzo goal. Il Thor torna in campo per cancellare i dieci minuti di black out e ci riuscirebbe anche se non fallisse due rigori, al 53° con Gunnar Örvar Stefánsson e all'89 con Sveinn Elías Jónsson, entrambi parati da un Sindri Kristinn Ólafsson in forma stellare.

Per la cronaca il rigore del 2-0 è inesistente: il giocatore del Keflavik che viene travolto si stava aggiustando la palla con la mano. Il Fylkir domina la gara, si fa momentaneamente raggiungere su rigore, frutto di una delle poche incursioni dei padroni di casa, prima che bomber Ingason metta il sigillo sulla partita.

Il Fylkir secondo in classifica era invece impegnato a Selfoss contro la compagine amaranto in disarmo: 5 sconfitte nelle ultime 7 partite, due sole vittorie contro le due ultime in classifica.

Per ragioni opposte, sono due squadre pervase dal nervosismo. Dopo un campionato dominato, la promozione degli arancioni è ancora in bilico e la tensione si è manifestata in zona goal. Il Selfoss, dopo un avvio brillante di stagione, è scomparso dal campo, incorrendo anche nella contestazione dei (pochi) tifosi.

Albert Ingason sta trascinando il Fylkir verso la massima serie con i suoi goal (mbl.is)

IR - HK è la partita sì di un redivivo Brynjar Jonasson, ma è soprattutto lo spot ideale per un'eventuale edizione di "Difese da Incubo". Il primo goal siglato da Jonasson è emblematico: retropassaggio verso il portiere, portiere e difensore che si contemplano a vicenda e il bomber dell'HK insacca comodamente, stupito per il regalo insperato.

Gli ospiti prendono il largo e l'IR prova a rientrare in partita nel secondo tempo, senza successo. Alla squadra di Reykjavik basta poco per festeggiare la salvezza: in caso di sconfitta del Grotta a Keflavik nel prossimo turno, i biancoblu continueranno la loro avventura in Inkassodeildin.

Il Fram è l'unica squadra delle retrovie a vincere e lo fa a spese di un Grotta in disarmo. I nerazzurri non sembrano credere più nella salvezza ed è facile prendere il difensore Loic Ondo come emblema della squadra: per lui autogoal, espulsione e titolo di peggiore in campo.

Nonostante tutto il Fram ha poco da esultare. La partita è stata giocata su ritmi bassissimi e, nonostante la superiorità evidente, la vittoria è arrivata solo nelle battute finali.

Le aquile volano ad Hafnarfjörður sopra il cadavere del Leiknir Reykjavik. Il risultato non è mortificante solo perché nel finale di partita i padroni di casa abbassano il ritmo e incassano due goal.

Il Leiknir gioca un buon primo tempo, salvo sparire dal campo come altre volte si è visto in campionato. I padroni di casa lasciano il pallino del gioco agli avversari, ribaltando il fronte con degli attacchi micidiali sulle fasce. Il migliore in campo è Haukur Ásberg Hilmarsson: per lui 3 assist e un goal. E' in prestito dal Valur ed è probabile che torni alla casa madre a fine stagione, non sarà facile rimpiazzarlo. Stessa proprietà e stessa situazione per il bomber Björgvin Stefánsson.

Haukur Ásberg Hilmarsson, ala destra di 22 anni di proprietà del Valur, sta disputando un finale di stagione 

L'ultima partita del weekend si disputa a Reykjavik. Il Throttur si gioca le ultime cartucce per restare attaccato al treno promozione, il Leiknir F. per continuare a sperare in una improbabile salvezza.

La resistenza della squadra della costa est dura poco meno di mezzora anche se il rigore che porta in vantaggio il Throttur è inesistente. Tanto basta però ai biancorossi di sciogliersi come neve al sole e solo l'imprecisione degli avanti del Throttur salva il Leiknir dalla goleada.

Nel precedente articolo avevamo detto della folta pattuglia di ragazzi militanti in Inkassodeildin convocati nell'U21 islandese. Altrettanto non si può dire dell'U19, impegnata in una doppia amichevole con il Galles, dove l'unico a timbrare presenza è stato il portiere del Thor è Aron Birkir Stefánsson.

Þór – Keflavík 0 - 3
Marcatori: al 32’ Adam Árni Róbertsson, al 39’ Jeppe Hansen su rigore e al 40’ Lasse Rise
Ammoniti: 4 per il  Þór e 3  per il Keflavík
Spettatori: Þórsvöllur, 417

Selfoss – Fylkir 1-2
Marcatori: al 8’ Ragnar Bragi Sveinsson per il Fylkir, al 29’ Ivan Martinez Gutierrez su rigore per il Selfoss e al 69’ Albert Brynjar Ingason per il Fylkir
Ammoniti: 4 per il  Selfoss e 2  per il Fylkir
Spettatori: JÁVERK-völlurinn, n.p.

ÍR – HK 2-3
Marcatori: al 2’, 61’ e 81’ Brynjar Jónasson per il HK, al  87’ Andri Jónasson e al 90’ +1’ Guðfinnur  Þórir Ómarsson per il ÍR
Ammoniti: 3 per parte
Spettatori: Hertz völlurinn, n.p.

Grótta – Fram 1-3
Marcatori: al 25’autorete , al 84’ Ivan Bubalo e al 87’ Sigurpáll Melberg Pálsson per il Fram e al 90’ Jóhannes Hilmarsson per il Grótta
Ammoniti: 5 per il Grótta di cui uno espulso e 3 per il Fram
Spettatori: Vivaldivöllurinn, n.p.

Haukar - Leiknir R. 5-3
Marcatori: al 10’ e al 69’ Björgvin Stefánsson, al 32’ e al 45’+1’ Arnar Aðalgeirsson, al 73’ Haukur Ásberg Hilmarsson per il Haukar, mentre per il Leiknir R. al 17’ Aron Daníelsson,  al 87’ e al 90’+2’  Anton Freyr Ársælsson
Ammoniti: 4 per il Haukar - e 1 per il Leiknir R.
Spettatori: Gaman Ferða völlurinn, n.p.

Þróttur R. - Leiknir F. 2-0
Marcatori: al 29’ Viktor Jónsson su rigore e al 52’ Rafn Andri Haraldsson
Ammoniti: 1 per il Þróttur R. - e 2 per Leiknir F.
Spettatori: Eimskipsvöllurinn, n.p.

1 commento:

  1. I am grateful to you for this great content.I am reading your article and its very nice, useful. Thanks for sharing such valuable information inkassofirma

    RispondiElimina