Cerca nel blog

Menù

martedì 15 aprile 2014

? giornata di Deildabikar: la KSÍ genera un calendario mostruoso, così si falsano i gironi! Quante e quali giornate si sono giocate tra marzo e aprile?

Forse il gioco dei posticipi sta iniziando a sfuggire un po' di mano, ma allora che qualcuno intervenga a ripristinare un qualche ordine, almeno apparente, almeno di facciata. Così non si può andare avanti. Diventa davvero arduo, difficile, forse impossibile cercare di scrivere del calcio islandese cercando di rispettare i tempi. Basta pensare che in questa settimana si sono giocate contemporaneamente partite della terza, della quinta, della sesta e persino della settima giornata dei gironi di Deildabikar, cui si aggiunge il recupero (ovviamente) di KA Akureyri-Leiknir. Un concentrato di partite, un'accozzaglia di incontri sfiancante per le squadre sottoposte a questo ritmo, che rende poco emozionante l'attesa per gli incontri, oltre che poco interessante la competizione stessa, che già in Islanda non è che abbia un numero sterminato di seguaci e sostenitori... Lungi dal voler fare polemiche, sarebbe bello se un giorno il mistero che avvolge questo strazio venisse spiegato: non vogliamo credere che la KSÍ sia così male organizzata, ma un motivo deve esserci e qualcuno deve spiegarlo, altrimenti il calcio islandese quel salto di qualità non lo farà mai, ma si affiderà sempre ad annate episodiche...
6 aprile 2014, 7ª giornata di Deildabikar: il KR Reykjavík batte 4-0 il BÍ/Bolungarvík e si qualifica al turno successivo matematicamente da prima del girone. Una bella risposta alle difficoltà di inizio stagione per i campioni d'Islanda, più che mai decisi a non concedere nulla nemmeno quest'anno all'FH. (foto presa da krreykjavik.is)

Per evitare di scrivere un articolo eccessivamente lungo, in poche righe troverete un'estrema sintesi delle partite spaiate delle varie giornate, mentre più spazio sarà dato alla settima con allegato il discorso delle qualificazioni.

Prima, però, due parole sul recupero del KA, che supera 2-1 il Leiknir. Poi, l'incomprensibile spezzatino. Per la terza giornata, oltre al già citato match, avevamo anche Fjölnir - FH Hafnarfjörður, che in realtà sarebbe servita più alla squadra di casa che agli ospiti. Sicuramente vibrante, caratterizzata dal massimo cinismo, è una partita che ha visto cinque reti con altrettanti tiri in porta: 2 per i giallazzurri, 3 per i bianconeri, e il risultato finale è 2-3. Passando al recupero della quinta giornata, c'è invece il Fram che demolisce per 3-0 un BÍ/Bolungarvík che è la grande delusione di questa coppa di lega: 2 punti e 17 gol presi sono un dato poco incoraggiante, soprattutto se ottenuti in 7 partite...

Ma il vero delirio della KSÍ raggiunge l'apoteosi alla sesta giornata: gli incontri si sono disputati tra il 6 marzo e l'8 aprile! Dodici partite frammentate e diluite in un mese! Non è uno scherzo, purtroppo. Che senso ha tutto ciò? Quale può essere la motivazione di questa scelta? In un mese possono esserci infortuni e squalifiche, senza considerare che anche i meccanismi di gioco e la condizione fisica e atletica delle squadre inizia a migliorare: una cosa è essere costretti a rimandare un match, ben altra è organizzre fin dal principio il calendario in questo modo. La regolarità, così, non è proprio garantita. Troppe le variabili in gioco deliberatamente ignorate senza nemmeno un valido motivo. L'obiettivo di queste parole certo non è quello di creare una polemica che sarebbe fine a se stessa, ma almeno una spiegazione sarebbe quasi d'obbligo. Se poi lo scopo è quello di spalmare la competizione da febbraio ad aprile per tenere impegnati i tifosi islandesi, forse la si potrebbe far iniziare un po' più tardi, ma almeno queste assurdità che in Europa non hanno eguali verrebbero cancellate.

Chiusa questa parentesi, parliamo di Fjölnir - KA Akureyri che fanno pari e patta e si accontentano dell'1-1, oppure dello sbarazzino 3-1 con cui il Fram archivia la questione Afturelding. Molte più difficoltà del previsto invece colpiscono l'FH, che passa per 1-0 sudando sette camicie sul campo del Þróttur, mentre (chissà perché) contemporaneamente due scoppiettanti pareggi tra ÍA Akranes e Breiðablik e tra BÍ/Bolungarvík e Keflavík animano il pomeriggio di un uggioso sabato islandese, condito poi dalla vittoria d'autorità di un Þór Akureyri lanciatissimo in casa dell'HK. Ritornati alla normalità dello spezzatino, il KR si dimostra troppo forte per il povero e malcapitato Grindavík, schiantato 5-0 in casa dei campioni d'Islanda, imitato dal KV che si supera e fa secco un Víkingur Ólafsvík che pare quasi in costante declino. Una partita piuttosto noiosa a Selfoss finisce per premiare l'ÍBV Vestmannaeyjar (0-1), così come non regala troppe emozioni l'1-1 tra Fylkir e Leiknir; rispetta invece i pronostici il Víkingur Reykjavík, che in casa supera 2-1 l'Haukar, emulato con analogo risultato dallo Stjarnan contro il Valur.

Non vale la pena insistere sullo stesso tasto anche per la settima (e per fortuna ultima) giornata, allungata a dismisura forse anche peggio della precedente: per evitare di diventare noiosi, forse è meglio passare a qualcosa di più interessante. Parliamo, infatti, cari signori, non tanto dei risultati, quanto delle tante sospirate qualificazioni. Eh già, perché Fram-Keflavík, terminata sul 2-3, dona agli ospiti il terzo posto che significa accesso ai quarti di finale in quanto miglior terza: infatti, come sapete, accedono al turno successivo le prime due di ognuno dei tre gironi più le due migliori terze, mentre la peggior terza e tutte le altre vengono eliminate. Questo meccanismo, oltre agli uomini allenati da Ljubičić, ha favorito anche il Fylkir, corsaro per 3-0 in casa del Þróttur, mentre ha eliminato lo sfortunatissimo ÍBV Vestmannaeyjar, bloccato sull'1-1 sul campo di un brutto Haukar. La sfortuna sta nel fatto che tutte le terze classificate avevano 11 punti - caso più unico che raro - e quindi a dover decidere è stata la differenza reti: questa ha premiato solo il Keflavík, che contava su un +3, mentre le altre due squadre erano appaiate sul +2. Pertanto, è stato necessario guardare addirittura alle reti realizzate, e solo così è stato possibile decretare il passaggio del Fylkir (15 contro 7). Certo, parlare di sfortuna per una squadra che si fa fermare dall'ultima in classifica può sembrare una scusa, ma intanto l'eliminazione sa un po' di beffa... Per il resto, nel girone 1 passano il KR (primo posto con 16 punti, vittoria per 4-0 sul BÍ/Bolungarvík) e il Breiðablik (secondo con 15 punti e vincitore con analogo risultato sull'Afturelding), oltre che il già citato Keflavík. Il girone 2 premia invece al primo posto l'FH, che non fa punteggio pieno perché sconfitto per un 1-0 decretato da un calcio di rigore in casa di un ordinatissimo Þór Akureyri, che meritatamente passa invece come secondo, seguito dal Fylkir. Il girone 3 promuove lo Stjarnan (4-0 al Víkingur Ólafsvík) e, soprattutto, con grande ma piacevole sorpresa, una neopromossa in massima serie, vale a dire il Víkingur Reykjavík (2-2 contro il KV). 

L'accoppiamento dei quarti, fissati per il 16 e il 17 aprile, vedranno l'FH in spedizione sul campo del Keflavík, dove negli ultimi anni ha spesso alternato grandi prestazioni e imbarazzanti scivoloni, entrambi caratterizzati però dall'elevato numero di marcature: ci sarà sicuramente da divertirsi. In apparenza, l'impegno più facile potrebbe spettare al Breiðablik, che ospiterà i rossoneri di Reykjavík, ma guai a sottovalutarli, così come guai a chi non presterà la massima attenzione tra lo Stjarnan e l'ultima rappresentante del nord dell'isola rimasta in gara. Chiuderà il posticipo tra KR e Fylkir.

Cliccate qui per un quadro riassuntivo della fase a gironi con le varie giornate e qui per il quadro dei quarti di finale.

10 commenti:

  1. Ah che bello!!! Finalmente torniamo a disquisire del campionato di calcio piu' bello del mondo e in special modo del torneo piu' fantasioso, la Lenjubikar!! Che ai quarti comunque ha portato tutte squadre che giocano nel max campionato, quindi alla fine nonostante il calendario impazzito non ha portato grandi sorprese. Vorrei, in questa sede, spendere due parole anche per le due sorelle minori, la Lenjubikar B, dove mi rallegro della qualificazione del sempre temibile Volsungur, e della C con ben quattro qualificate a punteggio pieno, Berserkir, KFS, Alftanes e Skinandi. In queste serie minori i calendari ed annullamenti di partite sono ancora piu' folli, con casi di squadre che hanno giocato due giorni di fila...
    Ma visto che ormai manca poco all'inizio della Pepsi Deil, vorrei proporre a te Francesco e a tutti gli amanti del calcio islandese nel tuffarsi nei pronostici per il campionato. A tal proposito do' il via ... 1) BREIDABLIK 2)KR 3)FH 4)STJARNAN 5)VIKINGUR 6)IBV 7)VALUR 8)KEFLAVIK 9)THOR 10) FYLKIR 11)FJOLNIR 12)FRAM... A voi la palla...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, quelle che si sono qualificate probabilmente sono le più forti d'Islanda (qualche dubbio sul Fylkir), ma ciò non toglie che un calendario del genere è inguardabile. A questo punto, la stagione potrebbe anche cominciare a metà marzo e finire a fine ottobre, esattamente come fanno in Scandinavia: anche lì hanno problemi con la neve, eppure non mi sembra che decidano le date e gli orari come se giocassero a dadi... Detto questo, sarei molto contento se il Breiðablik vincesse, anche perché la situazione è vagamente simile a quella del biennio 2009-2010. Tuttavia, ad oggi per me così sarà la classifica:
      1) FH
      2) KR
      3) Breiðablik
      4) Stjarnan
      5) Víkingur Reykjavík
      6) Þór Akureyri
      7) ÍBV Vestmannaeyjar
      8) Keflavík
      9) Valur
      10) Fjolnir
      11) Fram
      12) Fylkir

      Elimina
  2. Squalo putrefatto16 aprile 2014 09:23

    Bravo Checco !!! I tuoi post sul nostro amato torneo di calcio islandese sono sempre molto attesi dalla comunita' degli islandofili. Nonostante pero' tu alzi le barricate dichiarandoti non polemico nei confronti della KSI, faccio fatica a trovare nel tuo articolo qualcosa che non trasudi polemica... e hai tutte le ragioni di farla ! Ma io che sono ben poco diplomatico posso dire senza timore di urtare la sensibilita' degli dei norreni nei dei dirigenti della KSI , che i calendari sono cosi' pasticciati da falsare la regolarita' del torneo... intanto si giocano i primi turni sempre in due o tre impianti coperti (e non potrebbe essere altrimenti) ma questo penalizza povere squadre tapine tipo il mio IBV che in sostanza giocano sempre in trasferta, poi l'organizzazione del calendario sembra stilata dal malvagio Loki per complicare la vita ad alcune squadre e tifosi (ci credo che sono pochi). A tal proposito fanno sorridere le due partite in due giorni giocate dal povero Tindastoll, che non sara' la principale squadra candidata alla vittoria della Lenjubikar B, ma che potrebbe ragionevolmente sentirsi penalizzata dal calendario. L'unico motivo per cui questo torneo viene organizzato cosi' alla carlona e' che della Lenjubikar non freghi un piffero a nessuno, e allora perche' stancare le squadre in una competizione poco piu' che amichevole quando, per ovvi motivi climatici, il campionato viene compresso in pochi mesi con la conseguenza che le squadre islandesi fano magre figure nei preliminari delle competizioni europee perche' sono gia' alla canna del gas delle fumarole? cio' detto non mi sottraggo al gioco dei pronostici introdotto dal tifoso delle squadre di Reykjavik e dico che il prossimo campionato di Pepsi finira' cosi: 1. KR (che annovera il capocannoniere dello scorso torneo Gary John Martin il quale quest'anno avra' la sua esplosione definitiva) 2.Breidablik 3.FH 4.Vikingur (gli "intrusi") 5.Stjarnan (tanta fantasia nell'esultare, ma poco arrosto di agnello) 6.Valur 7.Fram 8.IBV (perche' e' difficile partecipare a un torneo di calcio senza buttare mai la palla in porta) 9.Thor 10.Keflavik 11.Fylkir 12.Fjolnir.
    Mi lancio anche nei pronostici delle serie minori, ma piu' guidati dal cuore che da una vera analisi... promosse della 1 Deild: Olavsvik e KA (forza ragazzi !!!) 2 Deild: dico IR e Volsungur (i peracottari) 3 Deild: Berserkir (gli invasati... i prossimi campioni d'Islanda) e Magni (squadra dal grande cuore) 4 Deild: Skinandi e Stál-úlfur (per simpatia... VAI LUPO !!!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono sentito chiamato preso in causa in quanto tifoso delle squadre di Reykjavik, ma preciso che io faccio il tifo per tutte le squadre islandesi...poi se i 2/3 degli Islandesi abita nella baia fumosa, cosa ci posso fare? Scatenare un'eruzione? Eppoi, non negando la mia predilezione per il KR e il VI-KIN-GUR , dimentichi la mia difesa dei peracottari come li chiami tu, che ben sai si trovano ben ben piu' a Nord... Anche io vado al pronostico delle serie inferiori: 1 Deild, promosse KA e IA Akranes (l'Olavsvik mi sembra poca cosa), KV e Tindastoll retrocesse. 2 Deild Volsungur (stagione del riscatto sportivo e morale) e Afturelding promosse, Huginn e Reynir retrocesse. 3 Deild promosse Berserkir ed Einherji, retrocesse Grundarfjordur e Hamar. Infine in 4 deild vedo Skinandi e spero Hviti Riddarinn. Retrocessa nessuna, anche se moralmente penso che lo Snaefell nel suo campionato possa arrivare ai 100 gol subiti...

      Elimina
    2. lo squalo putrefatto non può offendere il mio Stjarnan.... che vincerà il campionato di Pepsi alla faccia vostra!! Sia in Karla che in Kvenna!!

      Elimina
    3. Per la 1. deild, per il cuore direi troppe squadre, ma ritengo anch'io favoriti il KA e l'Akranes. in realtà, una favorita assoluta non la vedo, anche perché questa coppa di lega ha dimostrato che c'è un abisso tra i due maggiori campionati... Detto questo, vedo il Þróttur e l'HK (troppi gol presi) maluccio. Per la 2. deild, voglio dare fiducia al Volsungur e all'Afutrelding; in 3. deild, brancolo davvero nel buio perché è troppo livellato verso il basso: più per sensazione che per ragionamento, dico KFR e Vidir. In 4. deild, concordo con Squalo

      Elimina
    4. Nulla di nuovo dopo i quarti di Lenjubikar, sono passate le 4 favorite, tranne forse il Thor, e han gia' spostato gli orari delle semifinali.... Son gia' pronto per KR - FH , cosi' vedremo sul serio chi puo' essere la favorita per la Pepsideild.. E Gleðilega páska a tutti!!

      Elimina
    5. Sinceramente, delle semifinali così belle ed emozionanti non ne ricordo molte nella seppur breve storia della coppa di lega islandese: ricordiamoci, infatti, che questa è appena la diciannovesima edizione! Certo, le semifinali storiche resteranno a lungo quelle del 2011, con la contemporanea eliminazione di KR e FH. Aspetto comunque con ansia il 21, saranno due bellissime partite! Buona pasqua anche a te!

      Elimina
  3. Voglio solo dire che concordo in toto con Francesco...e io non sono diplomatico..questa serie di incontri messi cosi a casaccio non hanno ragione di esistere...succede solo in Islanda che si mettano incontri dalla terza alla settima giornata concentrati nello stesso giorno..e già il fatto che la federazione non dica il motivo è sinonimo di estrema disorganizzazione e confusione...Speriamo che il campionato vada meglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Den, sono contento che io non sia l'unico a pensarla in questo modo. Anzi, mi sembra che in pratica tutti i commenti mi diano ragione, e questo mi fa piacere. Non sai quanta rabbia mi da vedere il calcio islandese trattato in questo modo così superficiale, quasi che nemmeno la federazione stessa se ne importasse. E la scusa che è una piccola isola non regge: i talenti islandesi ci sono e sono anche notevoli, basta contare quanti ce ne sono a zonzo per il Vecchio Continente. Il problema è, come avete già detto tu, Alby e Squalo, un altro... Per il campionato sono relativamente fiducioso: a causa del sempre incombente inverno islandese, la KSI non può rischiare troppo, ma sono sicuro che troverà comunque il modo di creare un altro 22 agosto...

      Elimina